L’acqua, una risorsa preziosa e limitata

L’acqua è un’importante risorsa limitata, fonte di vita e alla base di ogni attività che riguarda l’uomo, come bere e lavarsi, ma è inoltre indispensabile per coltivare la terra al fine di produrre cibo, un bene di prima necessità fondamentale per il sostentamento degli uomini e degli animali.

Molte zone sono minacciate da una grave mancanza di acqua e sembra quasi impossibile pensare che la scarsità di questa risorsa non sia un problema davvero serio, basti pensare che il nostro pianeta è coperto per più di due terzi di acqua, di cui però il 97% è composto da acqua salata e il 3% da acqua dolce e di quest’ultima percentuale, solamente un terzo può essere utilizzata dall’uomo, poiché l’altra parte è trattenuta nei ghiacciai o nelle nevi persistenti.

L’acqua dolce e potabile è un bene che purtroppo con il tempo diventa sempre meno disponibile a causa di una serie di fattori che vanno ricercati nella crescente industrializzazione e nell’inquinamento che l’hanno contaminata e resa inutilizzabile, e gli stessi cambiamenti climatici hanno modificato il ciclo dell’acqua di tutto il pianeta. L’incremento demografico può essere altresì pericoloso poiché bisogna tenere presente gli eventuali squilibri nei consumi di tale risorsa, considerando che l’acqua non è equamente distribuita in tutto il mondo. Tra le conseguenza maggiori di questa crisi ci sono anche i tanti sprechi e i cattivi utilizzi dell’acqua, come anche la mercificazione della stessa, un’azione che apre le porte alle guerre di conquista dell’acqua nel mondo, al solo scopo di lucro.

Risparmio idrico casalingo, i piccoli gesti che fanno la differenza

Ognuno di noi deve contribuire in maniera concreta al fine di diminuire gli sprechi dell’acqua, utilizzando quest’ultima in modo intelligente.
Uno degli ambienti in cui viene registrato un maggiore spreco e un cattivo utilizzo dell’acqua, è quello casalingo. Bisogna innanzitutto ridurre l’impatto inquinante causato dall’eccessivo utilizzo di detersivi e altri prodotti chimici, questo è facilmente risolvibile utilizzando prodotti biodegradabili e senza fosfati.

Ognuno di noi deve cercare di sprecare meno acqua possibile, magari utilizzando elettrodomestici come la lavastoviglie o la lavatrice solo quando questi sono completamente carichi, evitando in questo modo di azionarli più volte al giorno considerando che essi consumano la stessa quantità di acqua ad ogni lavaggio.

Anche lavarsi i denti tenendo il rubinetto aperto, o fare il bagno piuttosto che la doccia non fanno altro che sprecare inutilmente litri e litri di acqua oltre che ad una notevole quantità di energia elettrica. Bisogna dunque stare attenti ed evitare di ripetere tali errori.

Tutte queste piccole azioni quotidiane che ognuno di noi compie, sommandosi, diventano dannose per noi stessi e per il nostro ambiente.

Dobbiamo impegnarci per ottenere un cambiamento radicale che aiuti il nostro pianeta, attuando dei comportamenti diversi e che non richiedono particolari sacrifici.

Perchè risparmiare? tuteliamo il nostro ambiente

Quando consumiamo poca acqua, di conseguenza consumiamo anche meno energia, quest’ultima viene impiegata, infatti, nei processi di estrazione, adduzione, distribuzione e trattamento dell’acqua che utilizziamo tutti i giorni.

Lo stress delle fonti di approvvigionamento causato dai troppi prelievi di acqua potabile finisce nell’impoverire le sorgenti e i pozzi da cui essa viene estratta, le falde si ricaricano in tempi molto più lunghi rispetto all’estrazione causando una serie di problemi alla flora e alla fauna che vive in quegli stessi ambienti.
Anche in agricoltura bisogna saper preservare quest’importante risorsa attuando strategie di risparmio.

A tale proposito si adottano sistemi irrigui efficienti ed intelligenti, che distribuiscono l’acqua in prossimità della pianta, che raggiunge direttamente il terreno evitando in questo modo le perdite per evaporazione diretta migliorandone l’efficienza. Fortunatamente la tecnologia in questo senso è di grande aiuto e consente di evitare grossi sprechi.

Le cose possono cambiare solo attraverso la conoscenza di rimedi a favore della sostenibilità del nostro ambiente, e attraverso una severa ma giusta sorveglianza delle fonti di approvvigionamento e di conseguenza della gestione dell’acqua, ruolo nel quale tutti noi siamo implicati, dai produttori ai consumatori ma anche i rivenditori e le industrie.

Ognuno di noi deve fare la propria parte per aiutare il nostro pianeta.