Come molte altre risorse, anche l’acqua è una fonte esauribile e per questo deve essere tutelata al massimo cercando di ridurre gli sprechi e di rispettare l’ambiente.
La società moderna è votata al consumo, spesso a discapito della tutela ambientale e quindi, di riflesso, della salute di ogni essere vivente; negli ultimi anni fortunatamente il tema della sostenibilità ambientale e degli sprechi delle risorse esauribili ha raggiunto molte persone, grazie alle associazioni e alle varie campagne di sensibilizzazione che si sono diffuse in molti paesi.

La tutela della risorsa acqua è fortemente connessa alla tutela del pianeta e alla riduzione del consumo di plastica, un problema enorme che sta avvelenando i mari mettendo a repentaglio la vita della flora e della fauna marina, con notevoli riflessi anche sull’alimentazione umana.

Oltre a contenere gli sprechi e rendere l’essere umano più consapevole, gli water dispenser sono un’ottima risorsa in tempo di pandemia, perché consentono di minimizzare i rischi legati al contagio e agli assembramenti.

L’importanza degli water dispenser: l’acqua come fonte esauribile

Spesso non ci rendiamo conto di quanto l’acqua sia un bene prezioso di cui non tutto il pianeta può disporre liberamente: la società occidentale, abituata al benessere, è abituata ad avere l’acqua ogni volta che vuole e questo contribuisce a sprechi e mal utilizzo di questa risorsa.

A ciò si aggiungono gli interessi delle case produttrici di acqua in bottiglia, che producono bottiglie e contenitori di plastica guadagnando sul prezzo di rivendita al pubblico.

Un consumo più razionale di acqua richiede invece l’utilizzo dei dispenser, che possono essere acquistati sia dai privati che dalle aziende. I vantaggi di questo apparecchio sono innumerevoli: anzitutto, vi è un risparmio netto di acqua perché ne viene utilizzata soltanto la quantità effettiva per dissetarsi in quel momento, sono magari acquistare bottiglie ch poi non vengono finite e vengono buttate via perché aperte da giorni.

Si ha inoltre un risparmio di plastica, visto che gli water dispenser permettono di utilizzare semplici bicchieri o anche termos in materiale riciclabile; in questo modo si tutela la salute della flora e della fauna marina e, conseguentemente, quella dell’essere umano.

Vi sono poi alcuni vantaggi di natura sociale, perché gli water dispenser regalano momenti di aggregazione e permettono pause durante il lavoro, facendo rifiatare corpo e mente e integrando i rapporti con i colleghi, necessari per la serenità sul posto di lavoro.

Infine, un utilizzo razionale della risorsa acqua aiuta ad aumentare il focus e la consapevolezza: dovendo infatti compiere un determinata azione ogni volta che si vuole bere un bicchiere d’acqua, ogni persona può rendersi conto di quanta acqua effettivamente consuma, e così valutare se il suo apporto di liquidi è inferiore al fabbisogno giornaliero o meno.

Water dispenser al tempo del Covid: uno strumento vincente

In questo difficile periodo di pandemia gli water dispenser hanno potuto dare una mano a tutto il personale medico sanitario che si è trovato a fronteggiare turni sfiancanti nei reparti di ospedale, fornendo una risorsa fondamentale come l’acqua.

I dispensatori d’acqua garantiscono la massima sicurezza rispetto al rischio contagio, grazie al sistema di depurazione che consente di eliminare qualunque residuo virale prima che l’acqua possa essere utilizzata.

Un altro vantaggio in relazione alla situazione pandemica riguarda la riduzione degli assembramenti: può sembrare, infatti, che l’utilizzo degli water dispenser favorisca gli assembramenti di persone ma in realtà non è così, perché questi strumenti necessitano di molte meno manipolazioni e operazioni umane rispetto ai distributori di bottigliette o alle bottiglie nei ristoranti o nei bar.

L’installazione di water dispenser evita di dover igienizzare ogni volta il carrello trasportatore di bottiglie o di dover chiamare qualcuno a riempire nuovamente il distributore automatico.
L’gienizzazione è più rapida e semplice, perché riguarda un solo oggetto ossia il dispensatore d’acqua, che è monoblocco e quindi assai semplice da pulire.
Vi è poi un altro vantaggio che riguarda le affluenze nei bar e nei locali: avere uno water dispenser a portata di mano permette di evitare di recarsi in luoghi affollati come bar e supermercati per acquistare semplicemente qualche bottiglia d’acqua.

L’azienda Orion H20 si impegna da anni per la creazione di water dispenser e altri prodotti nel rispetto del pianeta e dell’ambienta, cercando di sensibilizzare la clientela a un uso più consapevole e responsabile delle risorse esauribili.

Con circa quindici anni di lavoro, Orion H2O è riuscita a creare un marchio forte con una visione verso il futuro, per ridurre al massimo gli sprechi. Una battaglia difficile, ma che con esperienza, passione e amore l’azienda è riuscita a portare avanti.